La cooperativa Fo.Co., in partenariato la cooperativa Area e la Cooperativa Arcobaleno, è ente gestore del progetto Sprar per MSNA del Comune di Vittoria

 

Il progetto prevede assistenza socio-psicologica, sanitaria e orientamento legale; verifica dell’eventualità che il minore sia stato vittima di tratta e/o violenza; orientamento alla richiesta di protezione internazionale nei casi in cui vi è timore di persecuzioni nel paese d’origine; verifica della presenza di parenti, connazionali o persone disponibili ad una eventuale presa in carico del minore; apertura della tutela; regolarizzazione dello status giuridico e della presenza sul territorio; iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale; insegnamento di base della lingua italiana; inserimento scolastico e professionale e attivazione di servizi a sostegno dell’integrazione socio lavorativa del minore; attività di sensibilizzazione della società; partecipazione ad attività ludiche, culturali e sportive, costruzione e consolidamento della rete territoriale; definizione di un progetto socio-educativo individualizzato.

 

Inoltre la Fo.Co., in un’ottica di creazione di sistema e coinvolgimento di nuovi soggetti, si è fatta promotrice della nascita del Contratto di Rete denominato “Ismaele”. La rete Ismaele vede attualmente la partecipazione, oltre alla cooperativa Fo.Co., della cooperativa sociale Kim, cooperativa di nuova costituzione fatta da sole donne. La rete, che si configura quale strumento aperto all’ingresso di ulteriori soggetti, permette un percorso di accrescimento, in termini di qualità, dell’offerta di servizi socio assistenziali, educativi e di progettazione. Consentendo dunque un accrescimento sia quantitativo sia qualitativo del range di servizi offerti.


 

 

 

 

 

 

 

 

"L'intenzionalità educativa che sta alla base di tutte le attività che si svolgono nei nostri centri tende all'autonomia dei ragazzi, facendo sperimentare ai minori, già dall'arrivo in struttura, la metodologia dell' "imparare facendo", in modo adeguato alle 2 fasce d'età di cui ci occupiamo.

Per quanto riguarda i minori di Casa Montebello, il percorso comincia con dei laboratori settimanali (cucina, sartoria e abilità manuali in generale), con delle tavole rotonde che trattano temi scelti dagli stessi beneficiari e con dei giochi di conoscenza del territorio in piccoli gruppi per imparare la relazione con i pari che spesso può essere problematica in centri dove coabitano beneficiari provenienti da diverse parti del mondo. Oltre alla formazione scolastica sono attivi dei tirocini di alternanza Scuola-Lavoro che insegnano già da subito un mestiere a chi ha già sviluppato le competenze basilari del senso civico e del gioco di squadra.

All'interno della struttura per neo-maggiorenni, Casa Oyster, ci si focalizza invece sul bilancio di competenze e sul tirocinio lavorativo in modo da dare velocemente gli strumenti per l'autonomia economica e di gestione delle proprie potenzialità."

 

Paola Distefano, Responsabile del Progetto Sprar per MSNA del Comune di Vittoria