CASA ISMAELE: SPRAR PER MSNA

Casa Ismaele nasce nel 2017, a Rogliano in provincia di Cosenza.

 

È un nome significativo quello scelto per la nuova struttura di accoglienza inaugurata a Rogliano, provincia di Cosenza. La casa di Ismaele, il figlio di Abramo e della schiava Agar, ripudiato nel deserto e progenitore delle tribù arabe, una storia che riporta alla mente le tante storie di chi oggi, da quello stesso deserto, è costretto a scappare.

 

Il progetto Sprar ospita Minori Stranieri Non Accompagnati (MSNA), una delle fasce più vulnerabili proprio tra coloro che, dopo un viaggio lungo e difficile, sbarcano sulle nostre coste.

 

Attualmente ospita 12 ragazzi di diverse nazionalità, che vengono seguiti da un’equipe specializzata: educatori, mediatori linguistici, una psicologa, un’assistente sociale, medici di base e personale volontario. Tutti mossi da un unico obiettivo: offrire ai ragazzi un ambiente accogliente e familiare, che faccia loro da supporto durante il percorso di integrazione socio-lavorativa di ognuno.

 

Ora, i ragazzi ospitati nella struttura, stanno iniziando a familiarizzare con il posto, tra tornei di calcetto o pallavolo e dopo l’inizio dei corsi scolastici hanno già conosciuto diverse famiglie della zona. Quello che si cerca di fare concretamente è impostare una quotidianità il più possibile familiare, impegnando i ragazzi in attività affini alle loro esigenze ed attitudini. Perché questa casa diventi per loro nuovo inizio.